Come Mindful Self-Compassion aiuta i genitori

Mindfulness ci aiuta a percepire e comprendere meglio noi stessi e il mondo che ci circonda, nonché le situazioni stressanti e le reazioni che ne derivano. Self-compassion significa essere gentili con noi stessi come se lo fossimo con il nostro migliore amico in difficoltà, nel mezzo di tutte le inevitabili esigenze, imprevisti e conflitti. Trattare noi stessi come tratteremmo il nostro migliore amico, specialmente quando le cose non vanno come vogliamo, può sembrarci strano. Forse siamo più abituati a dare spazio alla auto-critica, alla voce che ci ripete in continuazione che non siamo abbastanza bravi. Ma essere amichevoli verso sé stessi è un atteggiamento che può essere appreso e coltivato. Sviluppare ed esemplificare questa capacità è il dono più bello che possiamo fare ai nostri figli e lo possiamo fare con loro, lungo il cammino della vita, in modo che possano accettare tutti i loro punti di forza e di debolezza e raggiungere così il benessere.

Ci aiuta a ritrovare il desiderio di più serenità, meno stress e più tempo di qualità da trascorrere con i nostri figli e con noi stessi.

Questo richiede …

  • Il coraggio di vivere la nostra autenticità nell’essere genitore
  • La curiosità nel guardare ed interagire con i propri figli, senza dare nulla per scontato
  • Saper riconoscere e vivere a fondo la gioia dei bei momenti con i figli
  • La consapevolezza per essere nel qui e ora, senza sosta
  • L’amorevolezza soprattutto per te stesso quando, nonostante tutti gli sforzi, non va come previsto.